Il colloquio è il momento in cui bisogna far capire al selezionatore la propria personalità; è necessario avere le idee chiare su se stessi e sulle motivazioni che spingono alla ricerca di quel posto di lavoro: rispondete in modo chiaro e sintetico con un atteggiamento adulto, ne adulatorio ne sottomesso.

[AdSense-A]

DURANTE IL COLLOQUIO

Citare esempi effettivamente accaduti, che possano mettere in luce le tue capacità di gestire le situazioni; evitare di vantare o sopravvalutare competenze che non si possiedono.
Informarsi sull’azienda presso cui si tiene il colloquio, mostrare che si è veramente interessati al lavoro.
Tenere un comportamento naturale durante il colloquio , con un tono di voce vivo e che dimostri sicurezza, bisogna guardare negli occhi il selezionatore, ma evitare toni da rampante.
Tramite la postura e la gestualità bisogna sottolineare quanto si dice, ma evitare di gesticolare eccessivamente o di avere atteggiamenti di chiusura.
Non interrompere mai il selezionatore mentre parla, in questo modo si riesce a dimostrare di essere in grado di ascoltare e riflettere prima di rispondere.

Nel colloquio è bene spiegare le tue opinioni e per evitare di essere titubante è necessario preparare gli argomenti che possono toccare la sfera privata e lavorativa in anticipo.
LE DOMANDE POSSIBILI
Perchè ha risposto al nostro annuncio? 
Illustrare capacità possedute e le motivazioni che hanno indotto a rispondere; mettendo l’accento sulla propria efficienze ed affidabilità.
Dove si vede fra tre anni?
E’ necessario far capire che si è motivati a ricoprire la mansione per cui ci si presenta per un lungo periodo, per il futuro con responsabilità maggiori rispetto al presente.
A scuola studiava da solo o con i suoi compagni/OPPURE Che sport pratica?
Con questa domanda il selezionatore vuole valutare la predisposizione a lavorare da solo o in gruppo.
La risposta può evidenziare la capacità di superare i propri limiti, se si è predisposti per il lavoro isolato; oppure puntare sullo spirito di collaborazione o la capacità di gestire un team, se si è predisposti al lavoro in gruppo.
Come la descriverebbero i suoi amici?
Rispondete in modo solare, ma deciso; ponete in luce le qualità utili al tipo di mansione per cui siete a colloquio.
Ha mai preso decisioni significative?
Indicare episodi effettivamente avvenuti,. senza esagerare o colorire il fatto, dimostrando di sapere prendere decisioni di responsabilità e sopportarne le conseguenze.
E’ disposto a spostamenti e/o trasferimenti?
Rispondere sinceramente per evitare che in futuro vi siano fatte offerte che non potete soddisfare.
Per quale motiva ha lasciato/ vuole lasciare il suo lavoro?
Non essere negativi verso l’azienda per cui si lavorava, ma fare emergere la vostra necessità di crescere: professionalmente e al livello economico.
Ha domande?
E’ opportuno fare domande sulla struttura interna all’azienda o la sua nascita.

Gli errori più diffusi

La migliore presentazione è quella di essere se stessi, nel modo più naturale possibile. tuttavia è bene sapere che al colloquio bisogna evitare di:

  • Entrare masticando chewing-gum,o fumando;
  • Evitare gesti nervosi,tipo mordersi le unghie, toccarsi frequentemente i capelli, ecc… ;
  • Guardare il pavimento o nel vuoto dando la sensazione di poca fiducia in se stessi;
  • Essere in ritardo o di arrivare all’appuntamento troppo presto ;